top of page
ancientbath-closeup4_edited.jpg

A Milano apre “Oblivion”, la mostra multi-sensoriale che svanisce come un ricordo.

santificazionericordo-closeup.png
oblivionop-1.png

“Dee” fatte con AI, Musica dall’India

e Profumi d’Arte nella nuova esperienza

di Daniel Salvi, a cura di Greta Zuccali.

MILANO – È aperta dal 10 al 31 maggio alla Galleria Corals (Via Evangelista Torricelli 21) la mostra “Goddesses & Muses, Oblivion”, il nuovo capitolo dell’esperienza multisensoriale dell’artista Daniel Salvi, già noto per aver abbinato le proprie opere di dee e muse, originate anche con l’uso di AI, a profumi d’artista.

 

La nuova mostra, curata da Greta Zuccali, si incentra sul tema dell’Oblio ispirato da Nietzsche, che credeva nella liberazione da ricordi tormentati per chiudere i conti col passato e concentrarsi sul presente.

 

Seguendo questa visione, anche la mostra “Oblivion” svanisce idealmente con il passare dei giorni, dando ai suoi visitatori un impatto e un significato differenti ad ogni nuova visita.

 

Per l’occasione, Salvi ha esposto con i suoi quadri più famosi 60 opere inedite in formato digitale, e ha raccolto e unito le espressioni artistiche di grandi artisti provenienti da tutto il mondo: a partire dalla colonna sonora originale, composta dal gruppo “Equani”, guidato dal visionario musicista indiano Amey Phadke, specializzato in Sound Healing, fino al nuovo profumo originale creato dal Profumiere Riccardo Barazzetta, di origine milanese e con sede a Lussemburgo.

Il risultato è un’esperienza che coinvolge i sensi e invita il visitatore a un momento di profonda introspezione, mentre incontra gli occhi solenni de “La Santificazione della Memoria”, la luminosa nuova dea di copertina di Salvi, che troneggia al centro del “Sancta Sanctorum” adibito per l’occasione nella galleria.

 

L’Artista Rivela: << Ogni anno è come se rinascessimo: cambiamo cellule, pensieri, speranze. Non siamo mai uguali a prima. Per questo dobbiamo usare le nostre esperienze passate come motivo di crescita, ma senza esserne vittime: Oblivion parla di questo rito di passaggio che dobbiamo tutti compiere >>

works
works

Opere in Evidenza

TheArtist

L'ARTISTA, DANIEL SALVI

 

Artista e Designer grafico, Daniel Salvi apre a 21 anni la propria agenzia pubblicitaria e realizza campagne internazionali per l’Europa, America Latina e Cina.

 

Dopo le lauree al Politecnico, diventa nel 2018 assistente e allievo diretto del celebre designer Armando Milani, sotto la cui direzione artistica organizza la mostra “Ubuntu” al Museo MUBA di Milano: qui alcune delle sue opere verranno esposte con quelle di Milton Glaser e Massimo Vignelli.

 

Dallo stesso anno, viene chiamato come guest lecturer nelle principali università milanesi e lavora come public speaker. Dal 2021 diventa Brand Communication Officer dell’associazione internazionale “Colors for Peace”, con cui crea una campagna di sensibilizzazione che permette l’invio di 21 tir di aiuti umanitari, allo scoppio della guerra in Ucraina.

 

Con l’associazione, partecipa alle mostre organizzate al Pantheon, al Colosseo e al Palazzo del Quirinale.

 

Dal 2023, inizia la serie di “dee e muse” attraverso cui esplora la profondità della natura umana, attraverso la sua espressione secondo lui più pura, vitale e universale: quella femminile.

_DSC0211-Edit.jpg
image.png
Thewaylogo.png

MOSTRA APPARSA SU:

PROGETTI DELL'ARTISTA

ESIBITI DA:

image.png
image.png

DANIEL SALVI HA COLLABORATO CON:

:

image.png
image.png
image.png
image.png
image.png

I SUOI LAVORI SONO APPARSI SU:

image.png
image.png
image.png
image.png
image.png
gretazuccaliprova.png

LA CURATRICE, GRETA ZUCCALI

Nata nel 1988, Greta si è laureata in Giurisprudenza presso l'Università Cattolica di Milano con una tesi sul mercato assicurativo delle opere d'arte. Concluso il tirocinio occupandosi di diritto societario e tutela del diritto d'autore, decide di perseguire le sue due più grandi passioni, l'arte e la scrittura, iniziando a collaborare con importanti riviste come ArtspecialDay e Juliet Art Magazine. Nel 2017 inizia una collaborazione con il PAC — Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano. In quel periodo intraprende il progetto più importante fondando lo spazio espositivo HUB/ART di cui oggi è curatrice e direttrice artistica. Ha iniziato a studiare International Art Market Management presso l'EAC Ecole d'Art di Parigi nel 2018, dove attualmente vive e lavora per esportare il progetto HUB/ART.

INTRAPPOLATI NEL PASSATO, TORMENTATI DALLA MEMORIA,
UN'ODISSEA PER LA LIBERAZIONE DELL'ANIMA

Apre il 10 maggio alla Corals Gallery il nuovo capitolo della fortunata mostra personale itinerante di Daniel Salvi “Goddesses & Muses”, un viaggio multisensoriale incentrato sulla memoria, la sua idealizzazione, il suo oblio.

“Goddesses & Muses” di Daniel Salvi arriva alla 4a edizione, la seconda a Milano. La mostra personale itinerante dell'artista italiano è una moderna celebrazione della donna, vista come massima espressione della vita umana.

 

L'artista milanese ha creato un Pantheon per il nuovo millennio, dove surrealismo, iperrealismo, classicismo e simbolismo si incontrano in silenziose dimensioni visive meditative.

Lo spettacolo collega le opere iconiche dell'autore in un viaggio unico tra emozioni, surrealismo e iperrealismo. Guidato da un'audioguida completa, lo spettatore espanderà la propria visita attraverso un nuovo Profumo d'Arte Originale chiamato "Oblivion", creato per la mostra, attraverso cui si potrà entrare ancora di più nel dominio mistico di "Goddesses & Muses".

Exhibition

The Way Magazine

La fusione tra arte e profumi ha creato un'atmosfera avvolgente e multisensoriale, trasformando la visita in un percorso artistico completo.
the art
works
l'arte

UN NUOVO PROFUMO D'ARTE ISPIRATO ALL'OBLIO, PER ESALTARE L'ESPERIENZA VISIVA

Dopo la collaborazione di successo con il profumiere Riccardo Barazzetta, con sede in Lussemburgo, che ha già generato 5 profumi d'arte originali per dee e muse, OBLIVION presenterà una fragranza completamente nuova, abbinata alla nuova esperienza.

 

I visitatori della mostra d'arte hanno l'opportunità di entrare nei mondi mistici di "Godd esses & Muses; Oblivion" e vivere questo nuovo capitolo in un modo unico.

Connettiti con Riccardo Barazzetta su Instagram: @riccardo_barazzetta

MOCKUP profumo mistero oblivion.png
ARTIST
P1250439 copy 2_edited.jpg

UNA COLONNA SONORA ORIGINALE DI EQUANI E DEL VISIONARIO ARTISTA INDIANO AMEY PHADKE

Equani ha origine ad Amburgo, in Germania, nel 2021, sotto la guida dell'artista indiano Amey Phadke,  dedito alla meditazione sonora che suona l'Handpan (432 Hz), il tamburo Ravvast, le Tabla e una serie di percussioni e strumenti di guarigione del suono.

 

L'iniziativa è guidata dalla visione di trasformare il mondo attraverso la meditazione di frequenza e intenzioni positive.

 

Fin dal suo inizio, Amey ha generosamente condiviso le sue esperienze trasformative e le sue profonde intuizioni sulla meditazione sonora con le comunità di tutta Europa e Asia ospitando eventi di meditazione con bagni sonori immersivi.

 

Connettiti con Amey su Instagram: @equani_ap

 

Per realizzare la suggestiva colonna sonora della mostra, Equani ha collaborato con Artyom Hvans, un versatile polistrumentista, cantante e collaboratore abituale di Equani. Per la colonna sonora Artyom ha suonato il Tanpura. Questo pezzo collaborativo riflette la loro dedizione condivisa nello sfruttare il potere del suono per la guarigione e la trascendenza.

 

Connettiti con Artyom su Instagram: @artyom_songtherapist

AUDIOGUIDA ONLINE COMPLETA

La Mostra è dotata di schede prodotto complete per ogni opera, insieme ad un'audioguida bilingue (inglese/italiano), che si imposta automaticamente in base alla lingua del visitatore.

Schermata 2024-01-22 alle 22.25.13.png
rain---mockup-3.png

COME PRENDE VITA UNA DEA?

Quando Daniel Salvi plasma la materia prima proveniente dall'intelligenza artificiale e dalla fotografia in un'arte che parla profondamente di umanità e sentimenti, allora prende vita una Dea.

Sono esseri che, pur rimanendo imperfetti, si distinguono come il centro dei rispettivi universi. Ci invitano a conoscerli, ma in realtà accade che, incontrandoli, non facciamo altro che conoscere un po' meglio noi stessi.

I loro occhi che ci guardano ci pongono domande che trascendono la facciata di realtà che con fatica abbiamo costruito e che guardano il nostro reale essere. L'invito dell'artista è di prendersi il tempo necessario per giungere alle risposte.

Ogni incontro è speciale, immergersi nel qui e nel momento presente: ecco perché – come per i dipinti tradizionali – quasi ogni opera di Daniel Salvi è in un'unica copia.

Scopri i Profumi d'Arte ispirati alle Opere